mercoledì 24 agosto 2016

1965 Finale: Inter-Benfica 1-0

Scambio di gagliardetti prima del via
[www.princelist.it]
Al termine di una partita noiosa e priva di verve, giocata su un campo ai limiti della praticabilità, l'Inter batte 1-0 il Benfica e sale sul tetto d'Europa per il secondo anno consecutivo. La grande forza dei nerazzurri è la difesa, un muro davvero difficile da superare. Al resto, pensano qualche guizzo degli avanti e la buona sorte, che si traduce in un gol fortunoso di Jair (“papera” del portiere Costa Pereira) e in un infortunio dello stesso portiere portoghese, che lascia la sua squadra in dieci uomini.

venerdì 12 agosto 2016

1965 Semifinali ritorno: Inter-Liverpool 3-0

La stretta di mano tra i capitani prima del via
[www.storiainter.com]
L'Inter, campione d'Europa in carica, conquista la finale di Coppa Campioni edizione '65 dopo un'epica rimonta sul Liverpool. Sconfitti 3-1 in Inghilterra nella gara di andata, i nerazzurri ribaltano la situazione con un perentorio 3-0, che mette in evidenza tutte le caratteristiche peculiari della Grande Inter: una solidità difensiva da rasentare la perfezione, una mentalità aggressiva e vincente, ripartenze fulminee e veloci, tutte palla a terra. Per gli inglesi, tramortiti da due gol nei primissimi minuti, non c'è davvero scampo.

sabato 23 luglio 2016

1964 Finale: Inter-Real Madrid 3-1

L'Inter solleva la Coppa Campioni [www.ilpost.it]
Non una grande finale, in termini di occasioni e qualità delle giocate, ma alla fine l'Inter batte 3-1 un Real Madrid a fine ciclo e succede nell'albo d'oro della Coppa Campioni al Milan. I nerazzurri costruiscono il successo sulla solidità della difesa, sulla ferrea marcatura di Tagnin sul faro madrileno Di Stefano e sulle improvvise e devastanti accelerazioni degli avanti, in particolare del match-winner Sandro Mazzola. Il Real è apparso logoro e declinante, a partire dai suoi uomini chiave, il 38enne Di Stefano, il 37enne Puskas e il 35enne Santamaria.